24 settembre 2019

Superfici tridimensionali il trend del mattone in rilievo

Il mattone è un’invenzione semplice e geniale, da millenni conserva forma e composizione, riesce a unire in sé bellezza e versatilità. Il mattone facciavista proprio grazie a questa sua versatilità, lascia spazio alla creatività del progettista che potrà realizzare opere dal carattere inconfondibile tra cui motivi decorativi come la muratura in rilievo.

La muratura in rilievo consiste nel posare i mattoni su piani diversi, più o meno avanzati, ottenendo effetti di luce ed ombre sull’intera facciata.

Ecco alcune soluzioni:
CORSI RIENTRANTI E SPORGENTI
I corsi vengono fatti sporgere o rientrare di 2-3 cm. Durante la posa in opera i vari corsi vanno protetti mano a mano che si sale per evitare che si sporchino di malta. Questo effetto crea dei giochi di luce dinamici che donano movimento alla facciata.
CORSI A 45°
Gli spigoli dei mattoni 45° sono a filo muro, durante la posa è necessario verificare spesso che siano in bolla. La facciata avrà un carattere ben definito che non può lasciare indifferenti.

             

E ancora:
PLISSETTATURA
I corsi con mattoni inclinati a 45° possono anche essere allineati, creando una sorta di “plissettatura”. La muratura, se realizzata dello spessore di una testa, può essere costruita con tutti mattoni interi senza bisogno di sagomarli. Elegante e raffinato.
LESENE
Le lesene dovranno preferibilmente essere di misura pari a un multiplo della testa del mattone. Nel caso di misure non coordinate con il modulo del mattone è bene definire in anticipo dove effettuare i tagli a misura degli elementi. Questo effetto da un tocco elegante alla composizione.