6 marzo 2019

Mattoni facciavista: l’importanza della fuga.

In una parete di mattoni facciavista, il tipo di fuga realizzata ha un ruolo fondamentale sia dal punto di vista funzionale che estetico. Un’importanza che viene spesso sottovalutata, concentrando le attenzioni solo sulla scelta del colore e del tipo di mattone.



Normalmente il 10/20% della superficie di un muro in mattoni è costituita dalle fughe. Per definire in modo preciso lo stile della facciata, perciò, è necessario valutare attentamente la tipologia di fuga da realizzare e scegliere la dimensione, il colore della malta e il livello di riempimento: elementi decisivi che variano enormemente il risultato visivo finale.

Anche la scelta del colore della malta con cui realizzare le fughe è un fattore basilare per l’impatto estetico. Una malta di una colorazione a contrasto rispetto alle nuance dei mattone ne evidenzia il disegno ed è raccomandata per superfici contenute. Una malta della stessa tonalità del laterizio, invece, armonizza l’insieme della parete ed è consigliato per le pareti più estese.





La dimensione media dei giunti è di 10 mm, che si può ridurre o aumentare. Le fughe più sottili donano un aspetto più compatto e uniforme alla facciata, ma presuppongono una realizzazione più lunga e scrupolosa. I giunti più spessi, invece, favoriscono una costruzione più veloce ma possono rendere meno robusta la parete in mattoni.
Anche il livello di riempimento del giunto cambia l’immagine complessiva di una facciata in mattoni, variando la regolarità e la tridimensionalità della superficie. Esistono giunti di diverse profondità: a gola, ad angolo, a spiovente, incavati e incavati stondati.




Scopri le tonalità uniche dei mattoni Vandersanden e affidati ai nostri tecnici specializzati per l’installazione e la fugatura.