23 gennaio 2019

L’aspetto di un tempo passato, la qualità di un processo moderno.

Un buon mattone, è buono anche per l’ambiente.
I mattoni da recupero hanno un fascino intramontabile. Quell’aspetto irregolare e consumato, quei colori intensi e variopinti conferiscono subito grande carattere alle facciate di un edificio. Nonostante questo, i mattoni datati recuperati da vecchie costruzioni non possono garantire una buona qualità costruttiva e rischiano di presentare problemi di solidità o impermeabilità.

Per coniugare la bellezza dei mattoni antichi alla resistenza di un prodotto nuovo, Vandersanden ha studiato una speciale finitura che ricrea in modo fedele l’affascinante aspetto invecchiato dei mattoni di un tempo. Dopo l’essicazione, infatti, uno specifico macchinario aggiunge uno strato extra di pigmenti naturali sulla superficie del mattone, che viene poi inserito all’interno del forno. Grazie alla plasticità del materiale crudo, di molto superiore alla versione cotta, l’invecchiamento appare molto naturale e presenta tonalità che vanno dal beige al rosa antico, dal rosso più intenso al marrone.



L’aspetto del mattone invecchiato è perfetto per i progetti architettonici dal sapore più rustico, ma è ideale anche per ricreare un interessante contrasto tra antico e moderno. Il mattone anticato, infatti, può essere utilizzato per i rivestimenti di pareti interne in ambienti che presentano complementi d’arredo in acciaio, dallo stile minimale o industriale.

Scopri le nuance della linea di mattoni invecchiati e contatta gli esperti di Misterbrick per una consulenza sul tuo progetto.